Arredamento etnico, fra originalità e colore

Arredamento etnico, un argomento affascinante. Considerati vezzo del mondo agiato e moderno, capriccio di chi è amante del bello, i complementi d’arredo, nonostante il nome che portano, assumono il ruolo di protagonista all’interno della casa e rivelano il gusto, la cultura e la sensibilità di chi ci abita. Lampade, portafoto, tappeti, tendaggi di ogni genere rendono l’ambiente intimo e avvolgente. I complementi moderni sono poi realizzati in diversi materiali di pregio: vetro, cristallo, legno, pietra, ceramica, metallo. A personalizzare ancora di più l’ambiente ci pensa la biancheria per la casa, che spazia tra antico e moderno. Tornano di moda le lenzuola di lino che, oltre a rievocare ricordi di tempi passati trascorsi con i nonni, sono ottime sia in inverno che nella calda stagione. Un lenzuolo di lino assorbe il calore del corpo e lo espelle all’esterno, rimanendo sempre fresco e asciutto.

Arredamento etnico all’insegna del colore

All’insegna del colore, poi, viene realizzato ogni tipo di tessuto d’arredamento, dai tendaggi alle stoffe utilizzate per coprire divani e poltrone. E che dire del tappeto? Sicuramente viene considerato non più come un semplice dettaglio, ma come parte integrante dell’arredamento. Il tappeto moderno recita un ruolo nuovo e grazie all’intervento del design con nuove forme stilizzate e colori. Quanto ai materiali, la moda dell’etnico fa sì che tutto venga realizzato con fibre naturali e vegetali. Oltre alla lana e alla seta, si sperimenta legno, bambù, iuta e cuoio e pellami. Tutti materiali ben visti anche da chi favorisce e sostiene la bioarchitettura, poiché evitano l’accumulo di cariche elettrostatiche e assorbono l’eccesso di umidità per poi restituirlo quando l’ambiente lo richiede.