Arredare casa, vincono sempre gli evergreen

Arredare casa non è certo semplice. E per completare al meglio la propria abitazione occorre affidarsi a professionisti qualificati che diano giusti consigli. Ogni casa dovrà rispecchiare la personalità e i gusti di chi la abiterà. Tante le proposte che le migliori aziende del settore dell’arredamento propongono in questo periodo, ma per il momento ad andare ancora per la maggiore sono ancora lo stile country e quello moderno. Due modi di concepire l’abitare completamente differenti tra loro e che forse anche per questo continuano a riscuotere consensi. Ecco qualche indicazione per chi non ha le idee chiare.

Arredare casa con l’arte povera o country

Sono mobili che riproducono gli stili tradizionali. Prodotti realizzati utilizzando legno massiccio (noce, ciliegio, salice e castagno) per garantire solidità e lunga durata. Se dovessimo sinteticamente definire questo genere di mobili, diremmo che sono dalle linee semplici, ma di sicura qualità. Il valore della tradizione trova nella linearità e nella solidità delle forme la giusta espressione dello stile di un tempo. Sono strutture che richiamano ad atmosfere del passato; atmosfere che però si richiamano anche alle più moderne innovazioni. E così passato e futuro convivono in un unico ambiente. Alla cucina dalle linee classiche, con telaio in legno massello e bugna impiallacciata, conferisce un importante tocco di eleganza in più la vetrinetta serigrafata.

Lo stile rustico

E poi ecco le mensole a balconcino e le ante dalle basi traforate. Si sta diffondendo, inoltre, uno stile detto rustico caratterizzata da decori equestri sui vetri acidati, cornici e «cimasa» sagomata, che arricchiscono pensili, scolapiatti e piattaia a giorno dallo stile inconfondibile. Per una interpretazione ancor più fedele della cucina di una volta, i mobili sottolavello e sottocottura a giorno, abbinati ai blocchi di lavaggio e cottura in graniglia di marmo, hanno tendine sui tre lati che (per chi bada anche ai minimi dettagli) sono coordinate con il tessuto dei cuscini adagiati sulle sedie, ovviamente in legno come il tavolo in stile country. Alla cappa classica si può sostituire quella «a trombone».

Arredare casa con mobili moderni

Sono razionali e semplici, modulari e componibili. I mobili moderni godono di queste caratteristiche e da esse non possono prescindere. La forma torna a prediligere leggerezza e rigore, rafforzate dalla presenza del colore (blu, sabbia, verde mela, giallo vaniglia, verde acquamarina).
Mobili sobri e composti, ma non per questo meno affascinanti, accompagnano alla notevole componibilità una particolare capacità di organizzare gli spazi e di inventare piacevoli soluzioni come vani aperti, boiserie, basi bombate, vetrine leggermente curve, spazi attrezzati, pratici cassettini, particolari elementi a tavolino e utili ripiani.

Sfruttare lo spazio

Tutto lo spazio è sfruttato a dovere con vetrine che si alternano vicendevolmente ai ripiani dando conferma della flessibilità di siffatte costruzioni. Il noce nazionale o il ciliegio vestono i singoli pezzi che arredano la casa abbinando alla solidità del costrutto una raffinata eleganza. La cucina moderna presenta linee pulite ed essenziali. E’ molto accessoriata e tecnologica (dotata, per esempio, di diversi cassettoni e pensili con anta in vetro grazie ai quali è possibile mantenere tutto a vista).

L’alluminio

L’utilizzo dell’alluminio come materiale protagonista dona all’assieme un’impronta di eleganza asettica e funzionale: la satinatura del metallo può essere abbinata alla laccatura di mensole e cassetti o alla finitura metallizzata che garantisce una singolare lucentezza a tutti gli elementi; il telaio delle ante è in alluminio; l’alternanza tra laccato e vetro satinato spezza il ritmo della composizione; la predisposizione preliminare permette di utilizzare i vari accessori con movimenti semplici e fluidi. Nelle camere da letto moderne le esigenze di funzionalità e di estetica sono sapientemente fuse in armoniche soluzioni.