Illuminazione pubblica sostenibile? Il modello di Monterotondo

Trasformare la rete di illuminazione pubblica in modalità “Smart City” si può. E’ quello che sta facendo il Comune di Monterotondo in provincia di Roma, in collaborazione con ENGIE Italia, player dell’energia.

Insieme, hanno avviato il 16 ottobre, i lavori di trasformazione della rete di illuminazione pubblica. Nei prossimi 9 anni, Comune ed ENGIE lavoreranno in partnership verso la riduzione dei consumi di energia e dell’inquinamento luminoso e ambientale. 

I lavori hanno come obiettivo la sostituzione di oltre 4.100 corpi illuminanti nel Comune con altrettanti a tecnologia LED. Un progetto che porterà a un risparmio annuo di 2 milioni di kWh, che si traduce in un risparmio energetico del 65%, pari a una diminuzione di 750 tonnellate di CO2 in 12 mesi, come se circolassero 380 autovetture in meno all’anno nel Comune di Monterotondo.

La sicurezza stradale sarà maggiore, grazie anche al rinnovo degli impianti semaforici: il tutto sempre finalizzato al risparmio energetico. 

ENGIE garantirà, oltre ai lavori di riqualificazione anche la manutenzione delle nuove apparecchiature, mettendo anche a disposizione dell’intera cittadinanza, delle forze dell’ordine e degli enti di verifica un nuovo numero verde (800 894 520) attivo 24h/24 per 365 giorni l’anno, operante all’interno della sede di ENGIE, migliorando così i tempi di intervento in reperibilità.

I lavori termineranno entro aprile 2020, ma l’impegno di ENGIE e dell’Amministrazione Comunale è quello di concludere già il 70% dei lavori entro febbraio 2020. 

Il programma degli interventi previstiha spiegato il Sindaco, Riccardo Varone rientra in una più ampia strategia amministrativa che guarda all’efficientamento energetico e la sostenibilità ambientale.

La sostituzione di più di 4.000 corpi illuminanti con tecnologia a LED, oltre a rispondere alla necessità di adeguamento normativo degli impianti, aiuterà ad aumentare la sicurezza, concorrerà al mantenimento del decoro pubblico e consentirà di abbattere i consumi e di ridurre le emissioni di CO2, rappresentando così il contributo, seppur piccolo ma fondamentale, del Comune di Monterotondo alla lotta ai cambianti climatici. 

Rivolgo, infine, il mio personale ringraziamento per il lavoro svolto al Consigliere Comunale Roberto Del Ciello, a tutto il personale dell’ufficio tecnico e in particolar modo al RUP Paolo di Domenico che ha seguito la parte di competenza comunale”.

L’efficientamento energetico dell’intera rete di pubblica illuminazione del Comune di Monterotondo, è un esempio concreto di come un comune virtuoso decida, insieme ad un soggetto privato, di migliorare la qualità della vita delle persone’  ha aggiunto Roberto Rossi, Executive Vice President – B2T Director di ENGIE Italia. 

Best Practice sostenibilità: la storia di Alcantara

sostenibilità ambientale alcantara

Alcantara S.p.A. è un’importante realtà produttiva che realizza il prezioso materiale che porta il suo nome e lo esporta in tutto il mondo. Ecco come ha massimizzato il risparmio energetico a favore della sostenibilità ambientale.

La partnership tra ENGIE e Alcantara, iniziata nel 2013, si rafforza, con un nuovo progetto di efficientamento energetico nel sito di Nera Montoro (Terni). Con un impianto di Trigenerazione da 2,7 MW e un nuovo impianto di Cogenerazione da 6 MW, verrà incrementata la produzione di elettricità da 45 GWh a 110 GWh e di energia termica da 150 GWh a 250 GWh. Ciò consentirà sia di ridurre i consumi energetici del sito sia di rispondere, in modo efficiente, ai suoi fabbisogni crescenti di energia. Le due grandi aziende uniscono le loro forze avendo un obiettivo comune, un minore impatto ambientale. 

ENGIE Italia investirà complessivamente nel progetto 12 milioni di euro e fornirà il supporto tecnico di 8 manutentori specializzati che lavoreranno in pianta stabile all’interno del sito produttivo. Al termine della realizzazione di tutti gli impianti, il sito produttivo di Alcantara beneficerà di un risparmio di 6 milioni di euro e un taglio di 22mila tonnellate di CO2 in meno all’anno. Il sito sarà così completamente autonomo dal punto di vista elettrico e termico: un asset fondamentale per un’industria che impiega circa 500 dipendenti che lavorano con una turnazione h24.

Siamo fieri di supportare ed essere ancora una volta a fianco di un’importante azienda italiana quale è Alcantara S.p.A. – ha sottolineato Olivier Jacquier, CEO di ENGIE Italia – che sin dal 2013 ha creduto, come noi, che il progresso economico non può prescindere dall’attenzione all’ambiente e alle comunità nelle quali si opera. Già oggi grazie al percorso green intrapreso insieme, il sito produttivo di Nera Montoro evita 13mila tonnellate di CO2 all’anno in atmosfera. Ultimato questo nuovo progetto di efficientamento, il sito sarà ancora più virtuoso, arrivando ad un risparmio di 22 mila tonnellate all’anno di CO2, che equivalgono a 730mila alberi piantumati o a 7.300 automobili in meno in circolazione a Nera Montoro. La partnership con Alcantara rappresenta un esempio concreto del nostro impegno nel realizzare una completa transizione verso energie a impatto zero. La partnership con Alcantara rappresenta un esempio concreto del nostro impegno nella costruzione di roadmap, finalizzate alla definizione di azioni e risorse per la decarbonizzazione. Siamo convinti che agire insieme possa essere la soluzione e non il problema per il nostro pianeta”.

“Siamo molto compiaciuti di proseguire anche per il 2019 l’ormai consolidata collaborazione con ENGIE Italia – ha dichiarato Andrea Boragno, Presidente e Amministratore Delegato di Alcantara S.p.A.– Con questo nuovo progetto di efficientamento energetico nel nostro sito produttivo di Nera Montoro ribadiamo la nostra identità di ricerca fortemente tesa all’innovazione e alla sperimentazione nel campo della sostenibilità. Quest’anno infatti ricorre il decimo anniversario dello status di Carbon Neutrality di Alcantara, che è stata la prima azienda industriale italiana, e una tra le prime nel mondo, ad aver ottenuto questo status. – prosegue Andrea Boragno – Dal 2009 Alcantara misura, riduce e neutralizza le proprie emissioni di CO2 con un bilancio netto pari a zero (circa 500.000 tonnellate di CO2 compensate in 10 anni). L’avviamento del nostro nuovo impianto produttivo, inaugurato lo scorso gennaio, e del nuovo sistema di Trigenerazione ENGIE ridurrà l’impatto energetico e soprattutto l’impatto ambientale di Alcantara, che ribadisce ancora una volta la propria vocazione e il suo serio impegno sul fronte della sostenibilità”.