Come dire addio per sempre alla bolletta del gas

Come dire addio per sempre alla bolletta del gas? Non ne potete più? Sono molte le aziende che propongono soluzioni per il riscaldamento che utilizzano fonti di energia rinnovabile a costo zero, come il sole, o molto economiche, come la legna. Se desiderate conquistare l’indipendenza dalla fornitura del gas, è possibile installare in casa vostra un impianto di riscaldamento combinato pannelli solari/stufa a pellet o legna.

Come dire addio per sempre alla bolletta del gas

Sia i pannelli solari termici che la caldaia devono essere collegati a un bollitore e il gioco è fatto, perché quando l’acqua non è riscaldata dai raggi dell’astro amico, per esempio di notte, entrerà in funzione, all’occorrenza, la caldaia. Il risultato finale è che avrete acqua calda ai vostri rubinetti per uso sanitario e acqua calda per il vostro impianto di riscaldamento durante l’inverno. Quale caldaia scegliere? Naturalmente, non può essere una caldaia qualsiasi, ma deve essere di ultima generazione. Meglio se a fiamma inversa, che sfrutta il fenomeno della gassificazione del legno quando quest’ultimo è sottoposto a elevatissime temperature.

Puntare al risparmio

Grazie alla fiamma inversa il rendimento della caldaia a legna è molto elevato (sfiora il 90%), i residui di combustione sono talmente esigui da essere necessaria solo una piccola pulizia. I fumi emessi, grazie alle tecnologie utilizzate dalla stufa come la sonda lambda e la stessa fiamma inversa, contengono solo minime quantità di inquinanti. In ogni caso, l’immissione di anidride carbonica nell’atmosfera è comunque irrilevante. Questo perché in un impianto ben tarato non supera la quantità di gas che la stessa pianta avrebbe emesso naturalmente nell’ambiente per effetto del processo di naturale decomposizione. E poi, occorre sottolineare che i costi della legna sono di gran lunga inferiori a quelli del gas, a parità di superficie riscaldata. Esistono modelli di stufe a fiamma inversa che funzionano sia a legna che a pellets. L’installazione di questo tipo di impianti rientra nelle agevolazioni ancora in vigore per gli interventi di riqualificazione energetica.